Il fiume Noce in Val di Sole

Il fiume Noce è senz'altro tra i più interessanti percorsi canoistici d'Italia, per le difficoltà, per la lunghezza del tratto navigabile, per l'amenità dei paesaggi che lo circondano.

Nasce nei pressi del Corno dei Tre Signori (mt. 3360), nel Gruppo dell'Ortles-Cevedale, a circa duemila metri di quota e dopo pochi chilometri va a formare il lago artificiale di Pian Palù; specchio d'acqua dai toni di azzurro e turchese irripetibili. Ridotto ad un ruscello dai prelievi idroelettrici, prosegue fino a Cogolo, in Val di Pejo, dove riceve l'apporto del Noce Bianco.

Circa tre chilometri dopo Cogolo il Noce precipita a valle formando un'unica ininterrotta rapida, accessibile solo a canoisti esperti, per poi tranquillizzarsi prima di unirsi al torrente Vermigliana, altro interessante corso d'acqua che nasce al Passo del Tonale (ml. 1883) e percorribile solo per un breve tratto a causa dei salti artificiali.

Il fiume Noce in Val di Sole è stato riconosciuto dal National Geographic come il Migliore Fiume per il Rafting in Europa. In una classifica in cui si individuava il fiume più bello al mondo per il rafting, il fiume Noce si è classificato al 9° posto, prima del mitico Zambesi. Guardate qui.

media: 5 - su 2 votazioni