Per offrirti una migliore esperienza di navigazione Rafting Center utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Canyon Rio Sass

Fondo, capoluogo dell’Alta Valle di Non, cela sotto di sè uno spettacolo naturale di incomparabile bellezza, un Canyon che taglia letteralmente in due il paese.

Dal  2001 il Canyon RIO SASS è percorribile grazie alla realizzazione di  passerelle e scalette in ferro che ne permettono l’attraversamento e  consentono di goderne la bellezza e la straordinaria unicità.

Il percorso, realizzato con passerelle a sbalzo e scale, ha una lunghezza di 1.200 metri ed un dislivello di 100 metri. Il tempo per percorrerlo è di due ore.

Si entra subito in un mondo affascinante: in alto i resti di un ponte medievale e le prime case del paese sopra il Canyon e sotto l’acqua vorticosa, le prime “marmitte dei giganti” le cascate,il rumore dell’acqua, sulle pareti i fossili,  traccia di un passato remoto.

L’erosione glaciale e lo scorrere di torrenti subglaciali prima, e del Rio Sass dopo, hanno formato e segnato il territorio che possiamo ammirare.

Alle pareti si possono notare formazioni di calcite molto particolari: tendine, coppette, stalattiti e stalagmiti; sono interessanti, all’interno del Canyon, i giochi di luce che il sole crea filtrando tra le rocce, così come la percezione delle varie correnti.

L’acqua del Rio Sass scorre a profondità variabile, il Rio sprofonda in certi punti fino a 45-50 metri, ed anche la distanza fra le due pareti varia, da un minimo di 25 centimetri a circa 30 metri. All’interno del canyon non troviamo né flora né fauna, solo colonie di alghe, rosse o verdi, che tingono con fiammate improvvise le pareti; dove invece filtra la luce del sole la vegetazione si riappropria dell’ambiente ed ecco aceri, calate di edera, noccioli, sorbi ed altri vegetali.

Da maggio 2009 il canyon Rio Sass ha visto il prolungamento del percorso fino alla località “bagni di Fondo” (piccolo stabilimento termale) di circa 300 metri in direzione di Vasio (frazione di Fondo).  In questo nuovo tratto si potranno vedere una diga (sbarramento) in tronchi costruita alla fine del 1700, spettacolari cascate e insolite formazioni calcaree, per concludere la visita nei pressi dei ruderi dello stabilimento termale (“bagni di Fondo”) attivo dalla metà del 1800 fino agli anni ‘50. Lo stabilimento termale di Fondo sarebbe stato frequentato anche dall’imperatore d’Austria Francesco Giuseppe e dalla moglie Sissi.

Il canyon Rio Sass si può visitare solo con una guida e muniti di caschetto di protezione e di mantellina impermeabile forniti dalla guida al momento della visita.

Newsletter

Iscriviti gratuitamente al nostro servizio

Iscriviti!
info
prenota
chiama

concept and design by Interline